Scuola calcio giovanile "Insieme sportiva...Mente" 2006
Progetti culturali per il nostro Territorio

Scuola calcio giovanile "Insieme sportiva...Mente" 2006


Insieme sportiva. mente

Il progetto "Insieme sportiva.MENTE!" si pone in continuità con il progetto omonimo realizzato lo scorso anno, ha come principali destinatari i ragazzi delle scuole medie superiori, indirettamente, i loro genitori, gli allenatori sportivi, gli amministratori, nonché tutte le persone eventualmente interessate del Comprensorio C7 e si propone di attivare, attraverso uno scambio con il settore giovanile della società sportiva calcio Venezia , da sempre impegnata in maniera positiva nella formazione umana globale dei propri giovani calciatori, un periodo di formazione e di educazione sportiva per giovani atleti. Il progetto nasce dalla volontà di riproporre l'entusiasmante esperienza dello scorso anno con l'A.C. Torino. La pressante richiesta di ragazzi e genitori ci spingono a ripetere l'iniziativa, implementandola ulteriormente senza stravolgerne contenuti, metodologie e strutturazione. Quest'anno il progetto prevede, dunque, di inserire sulla struttura dell'esperienza dell'anno scorso, che si ritiene opportuno conservare, data la validità dimostrata, la restituzione della visita da parte dei ragazzi "solandri", dove saranno ospiti dei centri residenziali della società calcistica e dove potranno confrontarsi con coetanei di varie regioni italiane. Si tratta di un'occasione importante, in quanto tale visita permetterà di osservare da vicino come deve essere impostata la vita quotidiana di un atleta che si ripropone di raggiungere obiettivi alti nel campo sportivo, senza trascurare, nel contempo, la propria formazione professionale e culturale. Sarà occasione di "aggiornamento" anche per i preparatori sportivi e gli educatori che accompagneranno i ragazzi, poiché potranno toccare con mano l'influenza del contesto sul percorso formativo dei ragazzi, apprendendo da educatori professionisti come l'allenatore sia un punto di riferimento sempre nella strutturazione dell'identità del ragazzo.

Si è stabilito di ospitare ad Ossana, presso la casa di accoglienza della Fondazione S. Vigilio, una squadra del settore giovanile della S.S.C. Venezia, composta da venti giovani più l'allenatore ed il preparatore atletico, e di invitare ad Ossana un gruppo di venti giovani calciatori della Val di Sole, selezionati dalle rispettive società di appartenenza attraverso un lavoro di scrematura condotto in base ad un criterio, condiviso fra tutte le società sportive coinvolte, che premia l'impegno sportivo di questi ragazzi, ma anche il loro rendimento scolastico e la maturità comportamentale in campo e fuori. Il campus, che si terrà nel corso della prima parte dell'estate 2006, costituirà, quindi, per i ragazzi, nello stesso tempo, un premio ed un'occasione formativa, pensata in modo da permettere loro di fare un salto di qualità sia tecnico, per quanto riguarda la disciplina sportiva praticata, che umano, in quanto dovrebbe concorrere a favorire lo sviluppo di una mentalità sportiva che possa tornare loro utile anche nell'affrontare la propria quotidianità esistenziale. Concretamente, infatti, questa settimana di scambio consisterà in giornate residenziali che prevedono: il coinvolgimento dei ragazzi nella gestione delle attività quotidiane, anche domestiche; la condivisione di momenti formativi sul tema dello sport; incontri con campioni sportivi; occasioni di visite culturali e di educazione ambientale; momenti di allenamento sportivo sul campo, dove i ragazzi della Val di Sole avranno l'opportunità di confrontarsi con giovani di pari età e di apprendere tecniche di gioco e, soprattutto, metodologie di allenamento e di approccio mentale alla competizione sportiva, in un sistema di peer education guidato da allenatori di riconosciuta preparazione e competenza. Si ritiene fondamentale questa occasione di apprendere da allenatori qualificati un sistema di preparazione e di creazione di una mentalità sportiva adeguata ad affrontare lo sport in modo positivo e consapevole; solo per fare un esempio: pochi sono consapevoli che la causa principale di abbandono dell'attività sportiva da parte degli adolescenti sia la noia, causata soprattutto dal fatto che essi nello sport cercano il divertimento e non la vittoria, a differenza di molti genitori o allenatori che enfatizzano i risultati anziché le prestazioni.

Fondazione San Vigilio Ossana Fondazione San Vigilio OSSANA Fondazione San Vigilio Ossana
Fondazione San Vigilio Ossana
mail Site mappa
Fondazione San Vigilio Ossana
Fondazione San Vigilio Ossana
Fondazione San Vigilio Ossana

I nostri progetti

   
Fondazione San Vigilio Ossana
Fondazione San Vigilio Ossana
Home | Chi siamo | Visita la casa | Progetti realizzati | L'archivio | Links | Contatti
Fondazione San Vigilio Ossana
Fondazione San Vigilio Ossana
© 2005 Fondazione San Vigilio Ossana tutti i diritti sono riservati
mondiale internet standard
Italian English